L'Aloe è tossica?

La pianta di Aloe è impiegata con finalità terapeutiche e per questo è sottoposta a numerose analisi di laboratorio. Il metodo scientifico, che prevede test ed esperimenti oltre alle consuete indagini chimiche, ha evidenziato che la buccia e la linfa dell'Aloe non sono di per sé tossiche ma che raggiungono un livello potenziale di tossicità se assunte in dosi massicce. Tralasciando le credenze popolari e avvicinando l'argomento attraverso gli studi condotti dalle équipe tecniche, vediamo che i dati confermano la non tossicità dell'Aloe.

Padre Romano Zago ha dedicato un intero capitolo del suo libro all'argomento riportando nozioni citate su libri ed enciclopedie insieme agli esiti di sperimentazioni portate avanti da gruppi di medici. Alla luce di quanto ha trascritto, si evince che l'estratto della pianta non è tossico sebbene alcune componenti, se isolate, presentino livelli misurabili di tossicità. Le ricerche condotte sulla pianta hanno portato contemporaneamente alla luce le capacità curative dell'Aloe che è composta da nutrienti e minerali che agiscono in sinergia apportando benefici a tutto l'organismo.

Fonte: Padre Romano Zago, Di cancro si può guarire, Adle Edizioni, Padova, 2004, pp. 113 - 128.

Vuoi essere il primo a saperlo?

Iscriviti alla newsletter per ricevere in anteprima le offerte speciali dello shop online