Differenza botanica tra Aloe Vera e Aloe Arborescens Miller

L’Aloe è composta da centinaia di specie, a volte somiglianti tra loro e a volte invece molto diverse. L’aspetto può cambiare anche in base alle condizioni in cui sono cresciute: tutto dipende dal sole, dalla qualità del terreno e dall’ambiente in generale.


L’Aloe utilizzata in tutte le preparazioni in vendita sul nostro Store online, così come prevede la ricetta ideata da Padre Romano Zago, è il tipo Aloe Arborescens Miller. Di questa famiglia di Aloe ne esistono due tipi: una che si differenzia tantissimo dall’ Aloe Vera nell’aspetto, perché si presenta come un vero e proprio cespuglio, ha foglie sottili, che possono arrivare quasi fino a 80 cm di lunghezza, si sviluppa tanto in altezza, e il fiore è di colore rosso/arancio. Esiste anche un’Aloe Arborescens a foglia larga che assomiglia molto all’Aloe Vera, e viene utilizzata soprattutto per preparazioni farmaceutiche.


Padre Romano Zago ha però scelto la varietà Aloe Arborescens Miller per un motivo specifico: anche se in ricerche scientifiche effettuate sull'Aloe Vera si sono riscontrati benefici terapeutici, l'Aloe Vera ha bisogno di essere ingerita in maggiori quantità (proporzione da 3 a 10), rispetto all'Aloe Arborescens. L’Aloe Vera è molto più venduta in preparazioni di ogni tipo. Perché? Per ragioni puramente economiche: la pianta è molto più grande e produce più gelatina, ed è anche più facile da coltivare.

Le piante di Aloe Arborescens hanno foglie più piccole, con crescita lenta e la foglia deve essere lavorata dopo solo poche ore, altrimenti perde i suoi benefici.

Solo chi è veramente interessato a vendere un prodotto qualitativamente migliore è disposto a spendere di più nella coltivazione.

Vuoi essere il primo a saperlo?

Iscriviti alla newsletter per ricevere in anteprima le offerte speciali dello shop online