La Papaya Fermentata

La papaya fermentata è un ottimo integratore alimentare naturale che assicura numerosi benefici alla nostra salute. Viene impiegata efficacemente come rimedio naturale per combattere l’invecchiamento, grazie alle sue elevate proprietà antiossidanti.

Rispetto al frutto fresco che conosciamo, la sua versione fermentata presenta una concentrazione molto più alta di enzimi, sali minerali e vitamine che agiscono come un potente elisir di giovinezza.

AUMENTARE LE DIFESE IMMUNITARIE


I benefici che si ottengono con l’assunzione di papaya fermentata investono tutto il sistema di difese immunitarie dell’organismo: infatti, grazie agli enzimi che essa contiene è possibile contrastare i radicali liberi, molecole reattive prodotte in eccesso dal nostro corpo a causa di fattori come l’inquinamento atmosferico, lo stress psico-fisico, il contatto con sostanze tossiche. I radicali liberi danneggiano le nostre cellule fino a provocarne la morte, provocando l’invecchiamento di tutti i tessuti. Inoltre, l’eccesso di radicali liberi sottopone a maggiori sollecitazioni il sistema immunitario, indebolendolo nel tempo.

 

COMBATTERE I RADICALI LIBERI

 

La papaya fermentata, combattendo i radicali liberi, consente quindi di rafforzare le nostre difese immunitarie e di garantire un effetto energizzante per tutto l’organismo, soprattutto durante i cambi di stagione o in momenti di particolare affaticamento psico-fisico.

Oltre a diminuire il rischio di disturbi legati all’invecchiamento, con la papaya fermentata i benefici sono notevoli anche se si soffre di dolori alle articolazioni e alle ossa, grazie alla ricchezza di magnesio, potassio e calcio, e per aiutare i processi digestivi.

La papaya fermentata viene prodotta con un lungo processo di fermentazione naturale (8-10 mesi) a bassa temperatura e sottoposta a polverizzazione fino ad ottenerne un composto liofilizzato.

 

CONTROINDICAZIONI


Come per ogni integratore alimentare, è consigliabile non abusarne e fare attenzione ad alcune controindicazioni che si possono riscontrare per esempio in gravidanza, durante l’allattamento, in caso di gravi disturbi dell’apparato digerente e in soggetti che assumono medicinali a base di ferro o per rendere fluido il sangue.

Vuoi essere il primo a saperlo?

Iscriviti alla newsletter per ricevere in anteprima le offerte speciali dello shop online