Homepage

   

   

hai 0 prodotti nel carrello - Totale € 0

Registrati ›   |    Password dimenticata?

Padre Romano Zago

Dare speranza a chi non ne ha più. Questo è il pensiero con cui Padre Romano Zago ha diffuso un preparato fresco a base di Aloe, riscoprendo un' antica ricetta brasiliana. Padre Romano Zago, di origini venete, da molto tempo è missionario in Brasile, e tra povertà e malattia l' istinto lo ha portato a far risorgere un' antica ricetta brasiliana che utilizza il succo della pianta dell' Aloe Arborescens e a diffonderla fra le genti come medicina naturale per combattere ogni tipo di cancro.

La ricetta a base di Aloe di Padre Romano Zago è un rimedio naturale per molti tipi di disturbi, anche proprietà anti tumorali. L' Aloe è una pianta che trova il suo habitat naturale in climi caldi (Africa centrale e meridionale, Arabia meridionale) ed è caratterizzata da foglie carnose e succulente. Il genere Aloe è diffuso in circa 400 tipi, Aloe Vera, Aloe Barbadensis, Aloe Arborescens sono solo alcuni tipi. La foglia è lo scrigno del segreto di Padre Romano Zago perché contiene un succo gelatinoso dalle infinite proprietà, ricco di enzimi e vitamine. L'Aloe utilizzata da Padre Romano Zago per la preparazione della sua ricetta è il tipo Arborescens coltivato anche in Italia, da un' azienda biologica siciliana, in provincia di Trapani. Il preparato a base di Aloe di Padre Romano Zago si ottiene frullando insieme foglie di Aloe, miele e distillato e deve essere messo in un barattolo scuro ben chiuso. Padre Romano Zago consiglia per la prima volta, di utilizzare un intero barattolo di preparato e successivamente sentire il parere del medico. Il trattamento andrà comunque continuato tante volte quante necessarie per eliminare il disturbo.

Il risultato delle analisi di controllo dopo l'assunzione di un barattolo di preparato a base di Aloe, secondo la ricetta di Padre Romano Zago, offrirà indicazioni sugli effetti ottenuti e suggerirà la procedura da seguire. Se i risultati dovessero dimostrare che non ci sono stati miglioramenti con il primo barattolo, è necessario ripetere l'operazione dopo una pausa di 5-10 giorni. Tale ciclo dovrà ripetersi tante volte quante sono necessarie per eliminare il male. Soltanto dopo i primi quattro tentativi senza esito positivo si dovrà raddoppiare la dose assunta giornalmente, cioè due cucchiai prima di ogni pasto.